Twenty years from now you will be more disappointed by the things you didn’t do than by the ones you did do. So throw off the bowlines. Sail away from the safe harbor. Catch the trade winds in your sails. Explore. Dream. Discover. -Mark Twain

Translator

domenica 24 febbraio 2013

Sette mesi. Just saying.

Cosa e' successo? Cosa e' successo dopo quel momento in cui ho detto "mamma, voglio partire!"? E dopo essere partita? Come e' possibile che sette mesi del mio sogno se ne siano gia' andati? Come e' possibile che manchino solo tre mesi e tipodiecigiorni al volo di ritorno?
Non posso neanche immaginare quanto voli in un secondo l'esperienza per i ragazzi che partono solo per l'estivo, o per il semestrale. Perche' questi sette mesi se ne sono andati anche troppo in fretta, dobbiamo rallentare un po' guys, o non riesco a godermela.
Ora dovrei essere profonda, scrivere come mi sento, come ci si sente dopo sette mesi senza la propria famiglia, e la propria casa. Sette mesi da soli a sedicioradiciasette anni.
Io lo ammetto ho probabilmente qualche problema, e dico cosi perche' non ho avuto problemi. Forse ho un cuore di pietra, era gia' abbastanza autonoma, e non ho avuto problemi di nostalgia. Mai avuto momenti da "checazzohofatto! torno a casa". Mai, proprio mai. Forse sono una tra i pochi exchange students che per ogni secondo che sta qui e' contanto della sua scelta. E a pensarci sorrido, perche' ce l'ho fatta. Perche' questo era il mio sogno, e grazie ai miei genitori lo sto vivendo. E sono qui, felice.
E ora mi blocco, perche' ho il terrore della banalita', e perche' non sopporto quando leggo testi banali e prolissi. Sono per il sintetico. Sono qui. Felice. That's what matters.
Non ho molte foto. Non ho molte novita'. Questo finira' a essere un post solo per la celebrazione dei sette mesi.
Study hall! Mr Z
Perche ho fatto tipo tutti i pomeriggi a casa dopo scuola.
In piu' mercoledi mi sono ammalata, e l'infermiera mi ha mandata a casa.
E siccome avevo 100.5 di febbre avevo il divieto di andare a scuola di giovedi. Quindi un giorno ad annoiarmi, anche se alla fine ho dormito un sacco. E almeno ho fatto Skype con Mason, perche' anche lui e' stato mandato a casa perche' era ammalato. Ho la sensazione che uno dei due l'abbia passata all'altro ahah.


Giovedi notte ha nevicato quindi il Venerdi abbiamo avuto a two hour delay. Che fa comuqnue sempre piacere.
Ho scoperto con lo swim team parteciperemo al Pow Wow che e' ogni anno il Talent Show della scuola. E balleremo, davanti a tutti. Sara' un disastro, ma sara' bello sperem.
Venerdi sera ero ancora ammalata quindi non avevo il permesso di uscire. In piu' i parents se ne sono andati fuori a cena. Quindi mi sono fatta una seratia in solitaria. E mi sono vista tre film. E ho scoperto il mio lato piu' girly, piangendo come non facevo dai tempi di "Io e Marley" davanti a "The Notebook".
Aca-awkwardddd.

Sono miss simpatia, e' evidente.
Sabato siamo stati a casa al mattino e al pomeriggio finalmente mi hanno portato a fare la ceretta, e che nervi non erano capaci.
Maschi non scandalizzatevi ora. Se actually ci sono lettori maschi. Ma devo parlare con le ragazze.
Perche qui, avendo sport ogni giorno, sabati e vacanze comprese, o hai culo e non hai peli/haipeliinivisibili, o vai di rasoio. Volevo darvi l'informazione, preparatevi psicologicamente. O se non potete accetarlo, fate qualcosa come luce pulsata o laser prima di partire ahah.
Occhei chiusa parentesi. Che non avevo neanche apertto.

Il video di prova per arte il prossimo dovra' essere tra 60 e 90 secondi uff

Alla sera sono potuta stare con Mason, ahah abbiamo fatto i babysitters a casa di sua nonna, con i suoi cugini che ci adorano.
E oggi niente, dopo avere fatto tutti i compiti in fretta. Scopro che io e Mason non possiamo uscire perche' lui e' in Kokomo. Nice.
Un settimana piena vedo. Ma finalmente domani iniziamo tennis conditioning. SOOOO excited.
Occhei era un post un po' pessimo. Non meritava davvero l'attesa settimanale. Ma oh se non succede niente, non succede niente. Non e' questa gran cosa stare a casa ammalati.
Love, Allie



3 commenti:

Giulia Rocchi ha detto...

Questo post e' commovente, davvero, penso che ogni persona sia fatta a modo suo e che non sia una tua colpa non avere nostalgia.
Secondo me hai semplicemente trovato il tuo cielo :) Ora continua a splendere cara stella

Giada Novello ha detto...

Almeno secondo me il fatto che tu non abbia nostalgia è fantastico!! Intanto ti vivi l'esperienza al 100% sapendo che quando torni in Italia saranno tutti ad aspettarti! Sei più che fortunata! E comunque..era un post interessante non ti preoccupare!! Leggo il tuo blog da prima che tu partissi e mi diverte sempre un casino :D

Alice ha detto...

Grazie ragazze :')